Come capire se una ragazza è interessata ?

Quando una ragazza è interessata ? Come capire se piaci ad una ragazza? quali sono i segnali che ti manda per dirti “mi piaci!” ? 

capire quando una ragazza è interessataTutte domande lecite quando conosci una ragazza alla quale sei interessato, ma lasciami fare una premessa:

  • Il premio sei tu ! Se cerchi disperatamente di cogliere i segnali di interesse, non avrai nemmeno la possibilità di capire se lei è attratta da te, sarà già un 2 di picche per il solo fatto che lei si accorgerà che stai cercando la sua approvazione.
  • Diretta conseguenza del primo punto, il gioco lo conduci tu, sei l’uomo e per creare attrazione in una donna devi guidare l’interazione, ricorda che a loro piace essere trasportate e che i segnali d’interesse sono diretta conseguenza del tuo atteggiamento.

Quando piaci ad una ragazza lei ti risponderà con dei segnali, in questo articolo Ne ho descritti alcuni ed ora completo la lista.

Il suo linguaggio del corpo ti dirà alcune volte con gesti inconsci, altre invece facendo finta di farli per caso, se lei è interessata a te. Quindi impara ad osservare.

I segnali fisici più comuni che lei ti manda per farti capire il suo interesse:

 

  • quando una ragazza è interessata si morde il labbroSe lei si morde le labbra, solleva indietro la testa, sposta i capelli all’indietro o inizia ad arricciarseli, può significare che sta cercando di attirare la tua
    attenzione, specialmente se le stai già parlando.
  • Si avvicina a te, ti sussurra qualcosa all’orecchio, ti allaccia un bottone o ti toglie un pelucchio immaginario dalla giacca, ti sistema i capelli o ti toglie lo sporco dal viso; sta cercando la tua vicinanza e significa che le piaci.
  • Si mette in posizione eretta mettendo in mostra il seno. Cerca di farsi notare per i suoi attributi femminili.
  • Ti abbraccia o ti tiene un braccio e appoggia “involontariamente” il seno sul tuo corpo.

Una dote che dovrai imparare a sviluppare per cogliere al meglio tutti gli indizi che lei ti darà è quella dell’ascolto, ascoltala!

  • Quando una ragazza è interessata a te troverà sempre una scusa per parlarti o starti vicino o farti capire che le piaci.
  • Ti provoca con giochi di parole, tirandoti degli schiaffetti, ti da’ dei nomignoli o ti fa complimenti.
  • Ti fa delle domande, si interessa a te, chiede delle opinioni, anche su questioni banali. Lo fa apposta per stare con te a parlare.

Osserva i cambiamenti di carattere quando sta con te:

  • Si mostra più vivace ed esibizionista, sta cercando di fare colpo su di te attirando la tua attenzione; o in tua presenza è più tranquilla il chè potrebbe significare che la tua presenza la mette in soggezione, o semplicemente sta bene con te.
  • Quando sta con te parla di più rispetto a quando sta con altri.

Come capire con certezza se le piaci davvero !

  1. Avvicinati a lei per parlarle in un momento nel quale non se lo aspetta, se s’irrigidisce, si imbarazza o la vedi agitata, o semplicemente stupita e contenta che tu sia li, è un buon segno. Non lo è se risponde in modo freddo e infastidito.
  2. Quando lei è in compagnia delle sue amiche, avvicinati per parlare. Se le amiche si allontanano hai fatto centro, significa che lei ha già detto loro che gli piaci e quindi se ne vanno per lasciarvi soli.
Esistono anche degli atteggiamenti di distacco che possono indicare che lei è interessata!
  • Potrebbe anche evitarti per vedere se la cerchi o per non dare a vedere che è interessata a te.

In molti casi è possibile creare attrazione e renderla interessata a te utilizzando delle provocazioni… (questo argomento lo tratterò molto bene nell’ebook che sto scrivendo). In questo modo la forzerai ad avere della reazioni e, se lo farai nel modo giusto, avrai molte probabilità di ottenere interesse da sua.

Lasciami un commento se ti è piaciuto l’articolo!!

Un saluto, Mirko !

sedurre conquistare, report in ebook gratis

 

(2) Comments

  1. cris

    Ciao ,scusami se sarò un po’ prolisso,ma voglio fornirti un quadro quanto più completo e dettaglaito per un’analisi più efficace. Allora, tutto è iniziato a Gennaio dell’anno scorso,quando ho iniziato a frequentare dei convegni(non mi va di specificare per riservatezza),che si tengono due volte a settimana,in cui è richiesto l’intervento dell’uditorio,composto da gente di ogni età. Durante le sessioni,i miei occhi iniziano ad incrociarsi molto spesso e volentieri con quelli di una dolcissima ragazza(purtroppo non del mio paese e 1 anno più grande),di cui di lì a poco scoprirò di esserne innamorato perso per la prima volta. Passa un mese,ma la voglia di lei sorpassa di gran lunga la mia riservatezza e così mi faccio coraggio e faccio la mia mossa. Terminato uno di questi convegni,non appena si allontana un po’ dai suoi familiari(uno degli ostacoli che poteva causarci imbarazzo e che mi frenava) e la saluto. Certo,sono un po’ impacciato e nervoso,ma alla fine gli propongo un’uscita a prendere da bere,solo noi due. Lei,pero,sorridente,mi risponde che saremmo usciti,quando le giornate sarebbero state migliori. Intanto ai successivi convegni sempre più saranno i segnali positivi di interesse come toccarsi i capelli,incrociare il mio sguardo e addirittura assumere posture simili alle mie. In più notavo che chiacchierava e sorrideva spesso con la sua amica(la quale conoscevo di vista,ma improvvisamente diventata più amichevole con me). Io riesco a cogliere le pochissime opportunità che ho prima e dopo i convegni per parlarle e chiederle come sta,ma ovviamente lascio passare del tempo prima di chiederle nuovamente di uscire. Agli inizi mi rispondeva a monosillabi,ma lentamente si è sbloccata. Nei mesi di maggio e giugno,era lei ad avvicinarsi e mi chiedeva come stesse andando la scuola e la preparazione agli esami di stato.Comunque,per ‘inciso’,un altro elemento da tenere presente è il fatto che è molto timida con gli uomini(quasi mai ne avvicinerà uno),mentre molto estroversa con le altre donne(anche sconosciute). Quindi dei buoni segnali.Tuttavia a causa degli impegni scolastici, mancai diverse volte a quei convegni. A Luglio,terminati gli esami,ripresi a frequentare quei convegni con regolarità,ma notai un cambiamento. I nostri sguardi si incrociavano meno spesso,non si toccava più i capelli,ecc,ma soprattutto non riesco più ad avvicinarla. Inizia ad arrivare in ritardo ai convegni e al termine rimane seduta ed è sempre circondata da amiche e familari(lo fa volutamente,a mio parere). Noto in lei uno sguardo diverso,quasi irritato. Io ne soffro parecchio e passa tutto luglio e metà agosto così.Ma io non mi arrendo e mi ingegno per cogliere l’attimo in cui è sola.Così le chiedo cosa le fosse successo e lei risponde che andava tutto bene. Io le dissi che non la credevo,perché avevo notato nel suo sguardo qualcosa che non andava e allora le propongo un’altra uscita per parlare insieme nella convinzione che questa volta non avrebbe rinunciato(e anche perché iniziavo a credere che fosse irritata per il motivo che avevo lasciato passare tutta l’estate senza chiederglielo). Purtroppo,guarda caso,ospitava dei parenti a casa quel giorno. Allora le ribatto che mi andava bene anche un altro giorno,ma aveva degli impegni. E così ripromettemmo di risentirci. Lei è però cambiata in positivo.Intanto arriva settembre e un giorno riesco a sedermi proprio dietro di lei e i suoi genitori ad uno di questi convegni. Al termine,le faccio i complimenti per un suo intervento e lei mi ricambia,visibilmente emozionata per la mia lode da un lato,ma dall’altro un po’ imbarazzata per la presenza della madre. Da evidenziare che da quel giorno sono entrato nelle grazie della madre,la quale mi ha elogiato per la mia dialettica negli interventi. Ma l’idillio finisce qui,perché da quel giorno in poi,lei non mi darà più segnali d’interesse,a parte qualche sguardo fugace. Una cosa bruttissima è che cerca di evitarmi non appena mi vede, o cambiando percorso o dandomi le spalle per parlare con qualcun altro. Adesso è passato quasi un anno da che la conosco e le cose sembrano peggiorate,mi guarda sempre meno . L’ultima volta l’ho avvicinata,dimostrando imperturbabilità verso i suoi comportamenti e ho provato ancora a fare contatto fisico,ma il suo sguardo è diverso e non c’è più quel luccichio di un anno fa. Io,a dire la verità,sono molto confuso,arrabbiato e mi sento a pezzi. Inoltre so benissimo che se dovesse rifiutare alla prossima richiesta d’uscita,ci dovrò rinunciare in perpetuo a lei :_( Cosa ne pensi di questa situazione? Lei si comporta così per timidezza(facendo la difficile) o per altro(so che ultimamente esce in gruppo con uno spasimante a cui non ha mai dato retta)? Ho sbagliato in qualcosa?Cosa posso fare,perché ne sto soffrendo tanto e voglio solo lei. Non voglio arrendermi.

    1. Mirko - Post author

      Ciao, cris. Dal tuo racconto si evince che da parte tua ci sono delle insicurezze nell'approccio. Lavora su te stesso, frequenta altre ragazze e cerca di capire cosa non va nei tuoi modi di porti. Molto probabilmente anche il fatto che sia passato molto tempo è un punto a tuo svantaggio, ma non disperare. Cambia le tue abitudini il tuo modo di vestire e magari prova, dopo esserti disintossicato da lei !, un approccio più sessualmente attraente. Si avere una buona "dialettica" può aiutare, ma se non sarai sexy e deciso ai suoi occhi difficilmente riuscirai a concludere qualcosa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>